LA 2^ GIORNATA DELLA 2^ SETTIMANA DEL PARMA SUMMER CAMP AL TARDINI (VIDEO E INTERVISTA A MISTER FEDERICO NOVARI)

--LA 2^ GIORNATA DELLA 2^ SETTIMANA DEL PARMA SUMMER CAMP AL TARDINI (VIDEO E INTERVISTA A MISTER FEDERICO NOVARI)

LA 2^ GIORNATA DELLA 2^ SETTIMANA DEL PARMA SUMMER CAMP AL TARDINI (VIDEO E INTERVISTA A MISTER FEDERICO NOVARI)

Parma, 26 Giugno 2018 – Seconda Giornata della 2^ Settimana del Parma Summer Camp allo Stadio Tardini con in campo i 122 piccoli Crociati tra i 5 e  i 14 anni iscritti all’iniziativa estiva griffata Parma Football Academy, che si sono cimentati, in mattinata con esercitazione tecnico-tattico sul dribbling, e nel pomeriggio con nuove skills per andare a rete. Ma anche Dodgball, laboratori ludico-formativi e attività creativa e di intrattenimento per tenere i piccoli atleti al centro delle attenzioni dello staff di Parma Football Academy
Esauriti i posti disponibili anche per la la terza settimana al Centro Sportivo di Collecchio (dal 2 al 6 Luglio 2018), restano gli ultimi per l’Out Camp di Bedonia (1^ settimana dall’1 al 7 Luglio 2018  e 2^ settimana dall’8 al 14 Luglio 2018).

Queste, al termine della seconda giornata della 2^ Settimana, le dichiarazioni di Mister Federico Novari, Responsabile Tecnico di Parma Football Academy, intervistato da Gabriele Majo, responsabile ufficio stampa e comunicazione del Settore Giovanile e della Squadra Femminile del Parma Calcio 1913:

federico novari e gabriele majo 26 06 2018“Nonostante l’anno impegnativo che ci lasciamo alle spalle, il Camp, che richiede uno sforzo ulteriore per noi allenatori del Settore Giovanile al termine dell’annata, ti dà, stranamente, tantissima energia in più, perché comunque hai la possibilità di condividere dei momenti in maniera un po’ diversa, molto più leggera, anche se sempre volta ad un punto di vista tecnico. E queste energie aggiuntive servono a trasmettere entusiasmo a questi ragazzi.
Io, quest’anno, ho allenato i Pulcini 2008 del Parma: qui abbiamo fasce ancora più piccole che arrivano addirittura ai 2011, quindi 2010, 2009, e via via a salire, che hanno un altro tipo di esigenze rispetto ai 2008 che sono già un po’ più grandicelli. Al centro devono esserci sempre loro, i nostri bambini e ragazzi, indipendentemente dall’età e dall’attività svolte che sono un po’ diverse, perché essendo più piccoli hanno bisogno di un aspetto giocoso molto più presente. Però diciamo che non è semplice gestire questa fascia d’età, però ci sono con noi persone che veramente ci stanno mettendo tanta buona volontà, impegno e professionalità. Ci sono, con noi, alcuni allenatori delle Giovanili del Parma, ed anche alcuni tirocinanti che nella passata stagione hanno collaborato con il Parma Calcio; altri fanno parte dell’Academy: a costoro abbiamo dato la possibilità di vivere a tutto tondo l’esperienza dei Camp, cercando di capire anche, da parte loro, quali tipi di possibilità ci sono anche in futuro: magari troviamo anche ragazzi predisposti per allenare e se un giorno ci sarà bisogno, chissà…
Abbiamo anche alcuni pulcini delle nostre annate 2007 e 2008 che sono presenti al Parma Summer Camp: nonostante abbiano passato un anno veramente ricco di partite e di allenamenti, vuol dire che hanno ancora voglia di passare del tempo assieme a noi.
Soprattutto nella prima settimana abbiamo notato dei miglioramenti in diversi ragazzi, anche dal punto di vista tecnico: io seguivo il gruppo dei più grandi e nel giro di quattro o cinque giorni – per il semplice fatto che il lavoro era molto intenso con poche pause e si lavorava toccando tantissime volte la palla – gli obiettivi posti erano stati centrati e via via alzati. L’impegno e l’intensità dell’allenamento ci ha portato a vedere questi miglioramenti, proprio evidentissimi…
Il macro tema dei nostri Summer Camp è fare tanti gol, ma quando c’è una fase offensiva, subentra anche quella difensiva di conseguenza. E’ vero che noi, in tante esercitazioni, ci focalizziamo soprattutto sul tiro in porta perché è la parte che ai bambini piace di più, ma tante volte è giusto mettere un ostacolo, che può essere un difensore, dunque di conseguenza, poi, curi anche l’aspetto difensivo.Ma oltre a curare l’aspetto tecnico c’è anche l’aspetto del divertimento: per questo noi cerchiamo di lavorare su obiettivi che, attraverso il gol, diano più soddisfazione ai bambini.
Il Pranzo di fine stagione dei 2008 di domenica? Abbiamo cercato di passare insieme una mezza giornata al Parco di Marano: l’anno è stato un po’ particolare perché noi allenatori cerchiamo sempre di fare in modo che i bambini siano autonomi e questo vuol dire cercare, leggermente, di staccarli, dal punto di vista sportivo, dal nucleo familiare e quindi per loro scoprire una parte diversa dal ruolo che abitualmente interpretiamo noi allenatori, è stat un po’ una sorpresa per i genitori. Niente di particolare, però li abbiamo tranquillizzati su tanti aspetti che per loro potevano essere preoccupanti… Dopo un atteggiamento un po’ distaccato durante l’anno questo pranzo è stato un modo per conoscerci meglio e forse avremmo dovuto farlo anche un po’ prima…

VIDEO DAL CANALE UFFICIALE YOU TUBE DEL PARMA CALCIO 1913 

INTERVISTA A MISTER FEDERICO NOVARI, RESPONSABILE TECNICO DI PARMA FOOTBALL ACADEMY
di Gabriele Majo

MATTINO: TUTTI IN CAMPO

ESERCITAZIONI

DODGEBALL

ANIMAZIONE: LA BOMBA

POMERIGGIO: INGRESSO IN CAMPO

2018-06-26T18:00:28+00:00